vincenzo agliottone - game trainer - kids - gioco - libri - stationery

GAME TRAINER: NUOVA RISORSA PER CARTOLERIE E NEGOZI DI GIOCATTOLO

Chi è il Game Trainer? Cosa fa e come potrebbe essere realmente utile nelle Cartolerie e nei punti vendita al Dettaglio? Le risposte in questo articolo inedito e molto curioso del nostro Contributor Vincenzo Agliottone.

 

I clienti oggi hanno a disposizione un ventaglio di opportunità incredibilmente vasto, e i loro bisogni esigono risposte sotto forma di esperienze entusiasmanti, prodotti di qualità, e servizi sempre più veloci e immediati, così che l’offerta a loro dedicata risulti estremamente vincente e appagante. Per offrire tutto questo, peró, non basta conoscere i gusti dei consumatori, ma piuttosto bisogna avere la piena consapevolezza delle potenzialità che il nostro settore puó ancora offrire, provando a estremizzare per quanto possibile il concetto di qualità, elevando la nostra professionalità con specifiche competenze e una grande preparazione.

Nel mio personale “viaggio” nel mondo del Retail specializzato, ho avvertito chiaramente il desiderio di accrescere le mie conoscenze, ma non sempre ho trovato quello che cercavo, e ho avuto la netta sensazione che mi mancasse qualcosa che mi facesse fare il salto di qualità, e così come accade per molte altre professioni, ritengo che anche il mondo della Cartoleria e del Giocattolo, abbia bisogno di competenze e di formazione continua.

Gioco e Giocattolo come strumenti di crescita

Fin dal principio ho indirizzato la mia attenzione sul mondo della Didattica e dell’Infanzia, e ho conosciuto molti professionisti che attraverso il loro sapere hanno di fatto arricchito le mie competenze. Uno di questi è senza dubbio Gianluca Daffi (foto sotto), Esperto in Psicologia dell’età evolutiva e docente presso l’università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e di Brescia, nonchè appassionato di giochi e ideatore a sua volta di una linea di giochi in scatola chiamata Giocare per Crescere, che viene sviluppata e distribuita dal centro di formazione Erickson di Trento, un’eccellenza italiana nell’ambito dell’educazione e della didattica, soprattutto quella rivolta a soggetti con disturbi o disabiltà.

vincenzo agliottone - game trainer - kids - gioco - libri - stationery - gianluca daffi

Ma sopratutto ha dato vita, insieme a Gabriele Mari, educatore, game designer, e sviluppatore di giochi, e alla dottoressa Francesca Offredi, Psicologa e psicoterapeuta cognitivo-comportamentale, ad una nuova figura professionale che prende il nome di Game Trainer. L’idea nasce con l’intento di sostenere, attraverso un percorso formativo specificamente indirizzato, tutte quelle figure che lavorano con i bambini e che utilizzano il gioco come strumento formativo e di crescita, alle quali vengono fornite le competenze per poter stimolare attraverso il gioco, quei processi mentali che prendono il nome di funzioni esecutive, ovvero quel complesso sistema di moduli funzionali della mente, che regolano i processi di pianificazione, controllo e coordinazione del sistema cognitivo, attraverso le quali il bambino gestisce i propri problemi e affronta nuove sfide.

La gestione di queste capacità è di fondamentale importanza soprattutto nell’età scolare, ma è attraverso le attività di gioco che queste vengono messe in discussione, e il Game Trainer nasce per essere da tramite tra il giocattolo e il bambino. Attualmente in Italia ci sono circa 600 persone già formate e certificate, e se anche noi avessimo le loro competenze, potremmo senza dubbio riconoscere e consigliare un gioco che favorisca in maniera naturale, lo sviluppo di determinate aree del cervello.

vincenzo agliottone - game trainer - kids - gioco - libri - stationery

Più vicini al cliente

Puó sembrare un argomento complicato, ma basti pensare che durante il gioco il bambino mette in atto tutta una serie di strategie come il problem solving, la flessibilità cognitiva, la pianificazione delle proprie mosse, l’attenzione, la memoria, il ragionamento logico, la capacità di gestire le emozioni e velocità di risposta, tutti processi naturali che rappresentano proprio le funzioni esecutive.

Decidere quindi di formare i dipendenti di Cartolerie e negozi di Giocattoli o addirittura gli stessi titolari gioverebbe senza dubbio alle attività, soprattutto per enormi potenzialità riportate nelle dinamiche di vendita e nell’interazione con il cliente, e le competenze acquisite, unite a tutta una serie di strumenti già in nostro possesso, darebbero vita ad una figura estremamente performante, nonchè molto apprezzata. Con il professor Daffi abbiamo analizzato attentamente questo aspetto, ed entrambi siamo convinti che la figura del Game Trainer possa tornare utile sia nelle Cartolerie specializzate, che nei negozi di Giocattoli qualificati, tenendo conto soprattutto del fatto che nessuna tra le figure già formate finora opera nel nostro settore, per cui potremmo avere il privilegio di essere i primi in Italia ad inserire nel nostro organico una tale figura professionale.

Insomma, sarebbe un ottimo punto di partenza e perchè no, un simbolico e significativo primato.

vincenzo agliottone - game trainer - kids - gioco - libri - stationery

Di Vincenzo Agliottone

Articoli correlati